Martedì, 12 Dicembre 2017
Italian English French German Portuguese Russian Spanish
   
Text Size

Il ritorno della nostra rivista

I colleghi della Redazione mi hanno chiesto, nella mia qualità di presidente della S.M.S. di scrivere “due righe” di saluto per il ritorno della nostra rivista. Non penso però questo sia possibile, non possono essere condensate in due righe tutte le sensazioni che il ritorno nella vita associativa della nostra S.M.S. di “Via Libera” sta suscitando nel mio animo.
Il ritorno di Via Libera vorrà dire poter raggiungere, con l’informazione, quella componente di associati che non ha l’opportunità di frequentare la Sede Sociale quali i Soci residenti fuori Genova, quelli operanti in unità operative distaccate dalle Sezioni o dai Nuclei e i pensionati; ciò sarà reso possibile dal fatto che il giornale verrà inoltrato presso le singole abitazioni dei Soci.
Si potrà ritornare a discutere di tutti i problemi inerenti sia la vita sociale della nostra S.M.S. sia della vita professionale della Polizia Municipale, come si è sempre fatto negli oltre vent’anni (1968 – 1989) in cui Via Libera è stata presente nel nostro ambiente, senza trascurare ciò che avviene nel mondo che ci circonda, oltre a riprendere quelle tradizionali rubriche, di notizie liete e non, che aiutano a consolidare la sensazione di appartenere ad un’unica grande famiglia.
Naturalmente tutte le iniziative della nostra S.M.S. torneranno ad avere quello spazio che permetterà alle stesse di essere conosciute, partecipate ed acquisite anche ai nostri famigliari, migliorate dalle osservazioni e dai commenti che si vorranno fare e saranno di stimolo al lavoro della nuova redazione.
La ripresa della pubblicazione del nostro giornale, risveglia nella mia mente una ridda di ricordi che si rincorrono, accavallandosi tra loro. L’aver partecipato alle precedenti Redazioni, con quelle lunghe ore e proficue ore di confronto e discussioni, anche accese ma certamente costruttive, fa ritornare quella piacevole sensazione di consapevolezza di aver vissuto momenti veramente belli con quei Colleghi, Soci ed AMICI.
Dalla pieghe più recondite della memoria, in rapida successione, allora emergono i volti e i nomi di coloro che hanno contribuito a creare e a far vivere ViaLibera : Mario TAGLIAFERRO, Nicolò PICASSO, Eugenio GERMI, Gianni LIZZIO, Jolanda ROSSETTI, Pasquale SCHELLINO, Bruno GUAZZOTTI, Mario GUAZZOTTI, Pietro BONZIGLIA, Eluterio ZIMBO, Pietro MICHELOTTI, Mino CORAZZA, Nazareno “Reno” CATALDI, Leonello MARI, Remo BENZI, Bruno MUSANTE, Riccardo SERAFINI e tanti …. tanti altri. Alcuni di questi Soci, compreso lo scrivente, fanno parte della nuova Redazione di Via Libera , che vede al suo interno nomi nuovi, di giovani che stanno raccogliendo “il testimone”, per la ripresa e la continuità di questa importante iniziativa sociale, questo è il dato più significativo del ritorno, ciò sta a significare che i valori della colleganza, del volontariato solidale, del piacere di stare insieme per costruire, insieme, qualcosa per gli altri, sono ancora presenti nella Nostra Società, per cui deve essere un dovere per noi “anziani”, il non smettere mai la ricerca di chi dovrà camminare su questi percorsi.

Su questo sito usiamo i cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. Continuando a navigare sul sito date il vostro consenso ad accettare i cookies. privacy policy.

Accetto cookies per questo sito.