30-09-2020 Cima delle Lose
(Un giro quasi ad anello per sentiero in parte “inventato”)

 Da Bersezio, in Valle Stura di Demonte salgo, con Eugenio e Domenico, verso il bellissimo Borgo Alpino di Ferriere, seguendo la tortuosa lingua in asfalto, sino allo stacco sterrato che porta a destra alla vicina area di sosta (l'asfalto prosegue verso l'abitato di Ferriere). Lasciata l'auto, ci incamminiamo lungo il dolce sterrato che porta alla Bassa di Colombart. Lasciamo il Gias sulla sinistra e per una “diagonale inventata”, e priva di sentiero, arriviamo sulla dorsale proveniente dalla Bassa di Colombart. Siamo ora su sentiero e proseguiamo sul versante N verso la ripida paretina (la parte piu' difficoltosa della gita) poi, sulla Sella Sud in vista degli “addormentati” skilift del Andelplant (da qui la nostra discesa). Il sentiero prosegue aggirando, credo l'anticima, e per ghiaioni saliamo il ripido versante N-E sino alla croce di vetta. Il vento forte di tramontana non ci permette di godere per bene lo spettacolo in tutti i suoi gradi; scatto alcune foto poi giu' in discesa sino al Colle poi, sempre su marcato sentiero, cerchiamo un posto “abbastanza” riparato dal vento per assumere qualche caloria. Scendiamo verso le rovine del ricovero militare del Andelplan poi sulla dorsale in vista dello sterrato e di Ferriere. Sempre per un percorso “inventato”, scendiamo a zig-zig, in direzione S-O, il ripido pendio erboso sino ad una larga traccia di sentiero (bovino) poi a sinistra verso la pietraia, superando un piccolo corso d'acqua, arriviamo sullo sterrato e poi alla macchina terminando la gita in ore 05,15 con poche soste. NOTE: bellissima gita, valutata EE, in un ambiente dai panorami stupendi. Abbiamo fatto questo percorso “inventato” per accorciare la gita (già conoscevamo la Bassa di Colombart e tutta la zona). Come e' nostra consuetudine, se la gita non ha un andamento ad “anello”, ce l'ho creiamo. Pertanto Consiglio di effettuare la gita col suo giusto itinerario Portarsi acqua.

Come al solito le foto “raccontano” la gita.

Il socio Bruno M.

ozio_gallery_nano


Gestione Privacy